Rincine: nuova struttura in legno locale

Categories:Uncategorized

Rincine nuova struttura in legno_locale

Presso il Centro Polifunzionale di Rincine (Londa – FI) è stata recentemente completata la realizzazione di una nuova struttura in legno locale adibita a tettoia per l’essicazione del cippato, combustibile naturale utilizzato per scaldare i locali del Centro gestito dall’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve.

La tettoia, realizzata completamente in legno di douglasia locale proveniente dai boschi di Rincine, ricadenti nel Patrimonio Agricolo Forestale della Regione Toscana, è stata dotata del marchio “FMMF Il Legno”: essa rappresenta, dopo lo “ShowWood” di Rufina, la seconda struttura in legno locale garantita dal disciplinare del Marchio della Foresta Modello delle Montagne Fiorentine, che attesta la provenienza locale del materiale, la legalità delle operazioni e la corretta formazione degli operatori forestali.

Oltre all’attestazione del Marchio, la realizzazione di questa struttura risulta interessante in quanto, per valutare le caratteristiche strutturali del legname impiegato, si è fatto ricorso alla http://cialis20mgbestprice.com/ macchina classificatrice portatile “ViSCAN Portable”, sviluppata da CNR-IVALSA e Microtec nell’ambito del Progetto A.PRO.FO.MO, nato anch’esso in seno all’Associazione Foresta Modello delle Montagne Fiorentine.

Il Legname è stato analizzato dal CNR-IVALSA presso la segheria Palaie Legnami, socia della Foresta Modello e aderente al Marchio FMMF Il Legno, che ha poi lavorato ed essicato il materiale. I risultati hanno garantito che il legno di douglasia locale utilizzato rispecchia la soglia minima delle classi di resistenza previste dal progetto, a ribadire ancora una volta come con il legname locale sia possibile realizzare strutture e manufatti di alta qualità.

Con la strutturazione del Marchio FMMF Il Legno da un lato e lo sviluppo della macchina classificatrice portatile per il legname strutturale dall’altro, l’Associazione Foresta Modello delle Montagne Fiorentine sta gettando le basi per la creazione di una vera e propria filiera bosco-legno locale, che potrebbe nei prossimi mesi veder nascere nuove strutture, pubbliche e private, nelle vallate del Valdarno e della Valdisieve.